website statistics

Il Caramello Salato …

Il Caramello Salato …

Ho sentito parlare di caramello salato per la prima volta due anni fa. Sono andata per qualche giorno a Parigi con mia sorella e sembrava che…ovunque guardassi, ci fosse qualcosa con caramello salato.

Mia sorella ha un catering a Rio, e così eravamo due appassionate di cucina in giro per Parigi. Dai bistrot ai negozi gastronomici… una goduria. Mi sono comprata più herbes fines di quanta ne possa consumare in 10 anni :-).

Forse perché ho assaggiato tante altre cose, ho finito per non mangiare il caramello salato, ma non l’ho dimenticato.

Così, l’altro giorno, proprio quando pensavo di fare un po’ di dieta, lui mi è tornato in mente :-). E non ho potuto resistere alla tentazione. Ho visto tante ricette, e sono stata fortunata di aver scelto proprio quella che dava il risultato che volevo (un po’ denso, un po’ chiaro…). Ho seguito la ricetta del blog La Tana del Coniglio, con piccoli cambiamenti.

Bene, fino ad incontrare il caramello salato ero quella che diceva “mi piace il dolce, ma un pezzettino mi basta…”. Avrei voluto essere una moschina per osservarmi il giorno che l’ho preparato. Semplicemente non riuscivo a smettere di mangiarlo. Prima, appena fatto (è più liquido e più scuro) lo assaggiavo e pensavo che forse ci voleva meno sale…ed un altro cucchiaino per certificarmi. Poi ho dato “la colpa” al sale, dicendo che l’abbinamento con il dolce crea questa specie di dipendenza (un po’ come la Coca Cola).

Ho fatto un po’ di foto e, ovviamente, non potevo sprecare tutto quel caramello rimasto nei piattini e cucchiaini… Chissà perché le foto non mi sono piaciute e così, secondo giro l’indomani (con il caramello già messo in frigo, più cremoso e meno salato) e solito assaggia-assaggia.

Potete usare il caramello salato un po’ come usate la Nutella, cioè, nel pane, nelle crepe e sui gelati. Ma anche su panna cotta, torte… oppure a cucchiaini come me ;-).

Il Caramello Salato …

Preparazione:
Cottura:
Totale:
Ingredienti:
    • 100 g di zucchero
    • 250 g di panna fresca
    • 40 g di burro
    • 1 cucchiaino da caffè di Fior di Sale
Preparazione:
  1. Tenete il burro fuori dal frigo. Dev’essere utilizzato morbido, a temperatura ambiente.
  2. Mescolate il Fior di Sale al burro finché diventa una crema uniforme.
  3. Versate lo zucchero in una pentola di fondo spesso e circa 20 cm di diametro (se è troppo piccola lo zucchero si brucerà ai bordi prima che si sia sciolto in mezzo) e metterla a fuoco medio/basso.
  4. Lasciate sciogliere lo zucchero SENZA GIRARLO. Si può girare la pentola per facilitare ma non girarlo.
  5. Mettete la panna in un altro pentolino e scaldarla finché è quasi bollente. Dev’essere molto calda ma non deve bollire.
  6. Quando lo zucchero è tutto sciolto ed è diventato di color caramello e senza alcun granellino, versate la panna calda a filo e mescolate continuamente.
  7. Sempre mescolando con un cucchiaio di legno portate ad ebollizione e, sempre girando, fate bollire per 5 minuti.
  8. Spegnete il fuoco e lasciate riposare 1 minuto.
  9. Aggiungete allora il burro e mescolate finché si scioglie e si mischia perfettamente.
  10. Mettete su un vasetto sterilizzato e lasciar raffreddare prima di metterlo in frigo.
  11. Buon appetito!


14 thoughts on “Il Caramello Salato …”

  • ciao ana,
    c’è una svista nel secondo passaggio: mischiare il fior di sale al burro.
    come vedi, ti seguo con molta attenzione.
    grazie per i tuoi contributi, sempre molto validi.
    saluti cordiali
    giusi

    • Ciao Simona,
      Io l’ho conservata per circa 10 giorni, ed era sempre buona (credo duri così a lungo perchè la panna viene cotta).
      Poi fammelo sapere 😉

      • Ieri ho provato la ricetta ed è venuta benissimo, a parte il fatto che non conoscendo la misura di un cucchiaino da caffè, forse ho esagerato col sale, posso correggerlo secondo te?
        (è comunque buonissimo anche se un po’ troppo salato!)

        • Ciao Simona,
          Appena fatto sembra più salato (anche se a me, come a te, è piaciuto tantissimo anche così). Dopo la 1a notte in frigo diventa più chiaro e cremoso e si sente molto meno il sale.
          (la misura del cucchiaino da caffè è quella di quei cucchiaini piccoli d’argento che si regalavano – non so se regalano ancora – ai matrimoni ;-).

  • Ti creo al volo una nuova forma di dipendenza: mangiato ieri gelato fiordilatte con pezzetti di caramello salato… dopo la terza porzione avrei volentieri leccato la vaschetta, ma i miei cognati sono più grossi e più veloci di me!!!
    Cercavo la ricetta del caramello salato proprio per farmi il gelato e MANGIARMELO DA SOLA!!!!!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.


Cookie Policy