website statistics

Crostata di Mela Cotogna

Crostata di Mela Cotogna

La crostata di mele cotogna …un gusto di altri tempi

Non avrei mai pensato di pubblicare una ricetta di crostata di mela cotogna. Ma, come dico spesso, si può sempre cambiare idea. Sempre. Penso che cambiare idea sia un segno di apertura mentale.

Sì, sembra un ragionamento troppo filosofico per parlare di una semplice crostata di mela cotogna, lo so. E’ che nei più di trent’anni che abito in Italia, sarà stata la seconda volta che l’ho mangiata. E solo ora mi è piaciuta.

Cercate di capirmi. Ero appena arrivata in Italia, era ottobre, freddo assurdo per una venuta dal caldo. Cresciuta a mango e papaya vengo presentata alla mela cotogna…cruda. No, non fu affatto amore. Né a prima vista né per i  lunghi anni a seguire.

Ma come sono una curiosa e una che vuole sempre usare tutto quello che ha in casa – mi propongo delle mystery box per usare la roba che ho in frigo e mi vanto di buttare pochissima roba – guarda caso mi sono trovata con 2 mele cotogne nel cesto della frutta (portate da mio marito ignorando la mia indifferenza a questo frutto). Lo stesso caso vuole che veda una ricetta nel blog Due Bionde In Cucina che prevedeva l’uso della mela cotogna e mele (ne avevo anche quelle da smaltire!) e…finalmente ho iniziato un bel rapporto con la mela cotogna!

Mi è piaciuta…tanto. Prima di tutto, questa ricetta prevede pochissimo zucchero e così si sente il gusto della frutta. L’abbinamento alla mela fa sì che il gusto diventi meno pungente ma non perda la sua unicità – infatti le mele fanno soltanto da coadiuvanti. Provatela ;-).

crostata di mele cotogna crostata di mele cotogna crostata di mele cotogna

Come preparare la crostata di mele cotogna:

Ingredienti:

250 g di farina 00

160 g di zucchero

1 uovo

80 g di burro ammorbidito

1 cucchiaino di lievito per dolci

2 mele grandi o 3 mele piccole

1 mela cotogna

1 cucchiaio di zucchero

succo di 1 mandarancio

qualche cucchiaio di acqua

Preparazione:

Sbucciate le mele e la mela cotogna e tagliatele a pezzi piccoli.

Mettetele in una pentola anti aderente, aggiungete il cucchiaio di zucchero e il succo di mandarancio. Cuocete a fuoco lento finché saranno diventate morbide. Se necessario aggiungete qualche cucchiaio di acqua. Lasciate raffreddare.

Mescolate il burro ammorbidito con lo zucchero con una spatola, e aggiungete l’uovo, la farina e il lievito. Io non ho usato la planetaria e si è mescolate facilmente. Avvolgete la frolla nella pellicola da cucina e lasciate riposare in frigo per almeno 1/2 ora.

Accendete il forno a 180°C.

Dividete l’impasto in 2 parti. Su un piano leggermente infarinato stendete la prima metà e foderate il fondo e parte dei lati di una teglia da 22/24 cm (io ho utilizzato uno stampo da 24 cm con il bordo rimovibile). Distribuite la composta di mele e poi coprite con l’altra metà di impasto che avrete ugualmente steso.

Chiudete bene i bordi e fate qualche forellino o con il coltello o con i taglia biscotti come ho fatto io.

Cuocetela in forno per 35-45 min (è pronta quando ha un bel colorito dorato sopra). A piacere, potete aggiungere del zucchero a velo prima di servire.

Buon appetito!


Related Posts

Una torta di mele cremosa per ricominciare

Una torta di mele cremosa per ricominciare

Una torta di mele mi sembra un’ottimo motivo per rincontrarsi. Questo blog mi è mancato. Tanto. Oggi mentre fotografavo questa torta di mele cremosa pensavo al piacere che ho mentre cucino, fotografo e poi condivido queste prove di cucina che faccio. Sono stata lontano un po’ […]

Deliziosi dolcetti al cocco pronti in 15 minuti!

Questi dolcetti al cocco mi hanno incuriosito. Pronti in 15 minuti… e senza cottura?? Ed è vero! Sono buonissimi e estremamente facili da fare. Sono perfetti per ogni occasione, e principalmente quando si è invitati a cena e si vuole portare qualcosa di originale. Per […]



Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.