website statistics

Millefoglie alla crema… irresistibile

Non sono mai stata attratta dai millefoglie alla crema fino ad avanti eri.

Ricordo che quando ero bambina e i miei erano ancora sposati, mio padre andava a comprare i millefoglie per mia madre in una pasticceria a Ipanema chiamata Achille’s. A quell’epoca non immaginavo che sarei venuta a vivere in Italia e che avrei capito che Achille è un nome italiano e nemmeno che avrei mai preparato dei millefoglie io stessa.

In Brasile si chiama mil folhas = millefoglie, proprio come in Italia.

Quando ho trovato questa ricetta su Saveur, lei è subito saltata in testa alla mia lista “da provare subito”. Non ho fatto io la pasta sfoglia (quelle pronte sono ottime!) sempre perché voglio ricette pratiche e non troppo lunghe – ma vi assicuro che il risultato è ottimo.

Sono così entusiasta di questa ricetta di millefoglie alla crema perché ha convinto una come me, che (fino ad avanti eri ;-)) non è mai stata attratta da sfoglie e creme. E’ anche un bellissimo dolce da servire come dessert, oltre che molto buono. Ho prima preparato la crema e, mentre si raffreddava, ho cotto la pasta sfoglia.

Io ho sempre creduto che le millefoglie fossero ricette da veri pasticceri, tanto è che non ci avevo mai pensato davvero di provare a prepararle. Ma mi sbagliavo. Quando ho visto le sfoglie e la crema che scendeva tra loro ero… felice!

millefoglie millefoglie millefoglie

 

Dosi: 6

Tempo di preparazione: 30 min

Tempo di cottura: 45 min

Ingredienti:

1 baccello di vaniglia

2 cups (misura equivalente ad un bicchiere di Nutella) di latte (io ho usato quello scremato)

5 tuorli

12 cucchiai di zucchero

2 cucchiai di Maizena (amido di mais) setacciato

2 cucchiai di burro a temperatura ambiente

2 confezioni di pasta sfoglia rettangolare

zucchero a velo per polverizzare sopra

Preparazione:

Con un coltello affilato aprite il baccello di vaniglia nel senso della lunghezza.

Con un coltello a punta tonda, raschiate i semi.

Mettete il latte dentro una pentola di medie dimensioni e aggiungete la vaniglia, sia il baccello siano i semi.

Accendete il fuoco medio e appena inizia a sobbollire spegnete il fuoco. Coprite la pentola e lasciate riposare 1 ora.

Eliminate il baccello e portate la pentola nuovamente sul fuoco.

Nel frattempo lavorate con il frullatore elettrico i tuorli con 10 cucchiai di zucchero e l’amido di mais finché la miscela diventa di un giallo pallido (circa 5 minuti).

Aggiungete circa 1 cup (bicchiere) del latte caldo lentamente alla miscela di tuorli, sempre frullando.

A questo punto versate la miscela di tuorli sul pentolino insieme al latte rimanente e continuate a cuocere il tutto, sempre mescolando, finché si addensa (circa 5 minuti).

Transferite il tutto in una ciotola e mescolate per qualche minuti finché è caldo. Aggiungete poco alla volta il burro e mescolate bene finché si sarà completamente sciolto.

Coprite la ciotola con della pellicola e mettete in frigorifero fino al momento dell’utilizzo.

Accendete il forno a 180°C.

Srotolate una confezione di pasta sfoglia stendendola sulla placca del forno. Copritela con un foglio di carta forno e sopra appoggiate una teglia con magari del sale o ceci secchi, per far peso sulla pasta sfoglia. Cuocetela finché diventa dorata.

Togliete la teglia che fa da peso, la carta sopra e spargete sopra 1 cucchiaio di zucchero.

Cuocete ancora finché diventa colorata.

Togliete dal forno e, con cura, eliminate la carta sotto e lasciate raffreddare. Ripetete lo stesso processo con il secondo rettangolo di pasta sfoglia.

Con un coltello a seghetto tagliate la sfoglia in rettangoli di circa 5 x 12 cm.

Per montare le millefoglie mettete 2 cucchiai di crema sopra un rettangolo e coprite con un altro. Ripetete ancora fino all’altezza desiderata (io ho usato 6 sfoglie) per ognuno.

Aggiungete dello zucchero a velo alla fine e…

Buon appetito!

 

 



Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.