Patate Dorate, ricetta di mio padre

0
482
patate dorate

Patate dorate, semplici e irresistibili

Le patate dorate, o, in portogese, batata dourada, non è una vera ricetta, nel senso più esteso del termine. Direi piuttosto che è solo una maniera di cucinare le patate.

C’è stato un periodo che mio padre le preparava spesso quando andavamo a pranzo da lui, e tutti, non solo i bambini, divoravamo le patate appena arrivate a tavola.

L’altro giorno mio marito è rientrato a casa con delle patate che gli avevano appena regalato. Gli hanno consigliato di farle anche solo bollite e condite come insalata, perché buone di per se.

Appena ho pensato a farle bollire, mi è venuto in mente di fare le patate dorate perché sono praticamente patate bollite che poi vanno fritte in poco olio e burro. La bontà di queste patate sta proprio nel fatto che sono morbide e tenere dovuto alla bollitura e poi acquisiscono una crosticina croccante che crea un contrasto delizioso.

Come stavo preparando anche altre cose per pranzo, non ho cucinato tantissime patate, e ho pensato che le avremo mangiate insieme alle orate.

Mi sbagliavo.

Appena le patate sono arrivate a tavola abbiamo dimenticato dell’altro e le abbiamomangiate finoall’ultima bricciola. Poi abbiamo mangiato il pesce ;-).

patate doratepatate dorate

Come preparare le patate dorate :

Ingredienti:

patate possibilmente novelle

olio extra vergine di oliva

burro

sale

Preparazione:

Fate bollire le patate in abbondante acqua salata finché, pungendole con una forchetta, saranno cotte ma non stracotte.

Scolatele e appena riuscite a maneggiarle, sbucciatele e tagliatele a fette di circa 1 cm.

Mettete un po’ di olio di oliva in una padella anti aderente. Usate poco più di un filo d’olio, non devo immergersi nell’olio. Aggiungete le patate e lasciatele abbrustolire e non giratele finché il primo lato non sia dorato.

Poco prima di girarle aggiungete un paio di cucchiai di burro.

Giratele e lasciate che creino una crosticina anche dall’altra parte.

Salate e servite subito.

Buon appetito!

 

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here