Web Analytics

Baccalà Gomes de Sa

Baccalà Gomes de Sa

Baccalà Gomes de Sà è una delle tante ricette portoghesi per cucinare questo saporito pesce. Loro sono maestri nel cucinarlo e ci insegnano ricette semplici come questa. Ho visto questa ricetta su Leite’s Culinaria, e ho aggiunto patate riguardo alla ricetta originale.

Ingredienti (per 4):

  • 800 g di baccalà dissalato e cotto
  • 1 cipolla dorata grande
  • 1 kg di patate
  • 2 spicchio di aglio
  • circa 1 tazza di olive Kalamata
  • 3 uova sode
  • sale
  • pepe
  • olio extra vergine di oliva
  • prezzemolo

 

Preparazione:

  1. Cuocete il baccalà in una pentola con acqua fino a che diventa morbido. Scolatelo.
  2. Affettate la cipolla finemente.
  3. Tritate l’aglio.
  4. Mettete olio extra vergine di oliva su una padella e aggiungete le cipolle. Dopo un po’ mettete il coperchio. Lasciatele appassire mescolando sempre. Quando saranno dorate aggiungete l’aglio. Appena si colora spegnete il gas.
  5. Denocciolate le olive.
  6. Accendete il forno a 180°C.
  7. Affettate le patate con la mandolina.
  8. Ungete una pirofila da forno con olio extra vergine di oliva e sistemate le patate sovrapponendole leggermente, coprendo tutto il fondo della pirofila.
  9. Distribuite sopra un po’ delle cipolle e olive.
  10. Aggiungete parte del baccalà che avete spezzettato.
  11. Aggiungete parte delle uova sode e coprite con un altro strato di patate.
  12. Aggiungete pepe e un giro di olio extra vergine.
  13. Assaggiate il baccalà, se poco salato aggiungete sale sopra le patate, altrimenti no.
  14. Ripetete gli strati finendo con le patate.
  15. Coprite la pirofila con dell’alluminio e mettete in forno caldo per circa 1 ora, finché le patate saranno morbide.
  16. Eliminate l’alluminio e cuocete ancora finché le patate si coloriranno.
  17. Togliete dal forno, aggiungete le uova restanti, qualche oliva e prezzemolo.
  18. Buon appetito!


Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.